Cronaca

Il Vescovo Napolioni al Consorzio Casalasco del Pomodoro con Voltini e Nolli

Mercoledì sera, propiziato da Mons Antonio Napoleoni "avvicinamento" tra Paolo Voltini, ai vertici della Coldiretti e Renzo Nolli Presidente della Libera Associazione agricoltori.

RIVAROLO DEL RE – Mercoledì sera, 22 marzo, nel salone delle conferenze del Consorzio Casalasco del Pomodoro a Rivarolo del Re  sotto l’influenza del Vescovo Mons Antonio Napolioni si è verificato un evento quasi “storico” che ha coinvolto  i vertici della Coldiretti e la Libera Associazione agricoltori. Paolo Voltini e Renzo Nolli , rispettivi presidenti, si sono avvicinati stringendosi reciprocamente la mano quasi abbracciati del Vescovo che ha così suggellato in maniera autorevole l’armistizio tra due categorie agricole spesso in contrapposizione.

E’ stato Voltini a lanciare la proposta per un approccio alzandosi dalla poltrona, a fine serata dicendo che a Cremona era necessario cambiare il passo per modificare le cose. Forse per rispondere ad una frase di Nolli della Libera che un istante prima aveva detto “Non vale avere le stesse idee se non si ha il medesimo spirito. Tutti abbiamo bisogno di tutti”. La serata era stata organizzata per dare voce ai giovani agricoltori che hanno risposto all’appello riempiendo il vasto salone, sicuramente attratti dalla autorevole presenza del Vescovo che ha istaurato uno stile di relazione  simpatico e originale.

Alternando letture di considerazioni pubblicate da Papa Francesco a sollecitazioni proprie Mons Napolioni ha chiesto ai presenti di spiegare il loro punto di vista sul mondo del lavoro, in particolare quello che coinvolgeva di più le loro famiglie e loro in prima persona , legato alle caratteristiche del territorio. Tra titubanze e timidezze alcuni ragazzi sono risuciti ad esprimere la predisposizione per un lavoro che dava soddisfazione dando spazio all’intelligenza e non solo al movimento delle braccia. “ E voi cosa chiedete alla Chiesa?” si è spinto a domandare monsignor Napoleoni. “Forse ci dovreste aiutare ad andare controcorrente  per comprendere qule può essere l’obiettivo giusto per noi” ha risposto qualcuno tra il pubblico. “Ecco ,questo è un suggerimento molto importante – ha concluso il Vescovo – perchè stasera non sono venuto qui per insegnare ma per dialogare con voi, imparando magari anche qualcosa che ancora non so”.

Ros pis

© Riproduzione riservata
Caricamento prossimi articoli in corso...